La finalità della negoziazione assistita è “risolvere in via amichevole” una controversia civile: si tratta quindi a tutti gli effetti di uno strumento di “alternative dispute resolution – ADR”, volto a veicolare la trattazione di parte delle controversie destinate ad essere oggetto di un provvedimento giurisdizionale fuori dalle aule giudiziarie.

La cosiddetta Negoziazione Assistita si inserisce quindi all’interno del complessivo sistema di gestione dei conflitti civili, anche se esternamente al processo civile, sebbene vi siano diversi punti di contatto tra questo e la nuova procedura di ADR.